Quali stanze (7)

Non trovano più lo spazio. Essi ripetono nel prima confusi. Cercano capitolo. Ahiloro. Per esempio : Troia come una guerra che assecondi i fati di amore E le na, e forse fu il primo libro del mondo, a te costruite navi scagliarsi (bello raccontare) ma il posto conosco male la strada mare il luogo non è , certo baracche ondivaghe li dirigono, pirati a commercio, assunzioni, corrotti sboroni con bandiere fisse. Si dirigono comunque verso un est convinti a sud e le auree vele gonfie d’aria simulano tanti appoggi e il futuro ridente della grande impresa che sfolgorerà, si spera, in encomio e sussistenza. Trovano solo tempo.

E allora, falliti conquistatori. In vostro Afghanistan. La gente è morta e tanta ne rinascerà in stanza invasa. Percorsa tutta quella darà i frutti ibridi ma mai voi e mai me, e come fare a percorrerla tutta, poi perché. Non interessa chi c’è dentro se dentro voi si è, primo e lucente, imperatorissimo e controsegnalante del laborioso installarsi dei fatti di vicinanza, la geografia minima del piccolo luogo dell’amore (e dell’odio), il toccostirpe selvatico. Anch’io vi odio, in produzione, e  abito vicino a Specchio.

Dunque niente da dire sulla settima stanza. Le cose si svolgono e il paese lo stupro. Facciano scommesse su quello che dà lo stemma al bastardo e con quello la squadra, mortifere mortificate Madri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: